Nurban.me

Nurban.me

DI TACHICARDIA SCARICARE

Posted on Author Kabei Posted in Rete


    La tachicardia ventricolare cos'è? Quali sono la cause e i sintomi più comuni? Come si cura? Si può prevenire?. Nella maggior parte dei casi la tachicardia ventricolare é legata alla presenza di (“scarica elettrica” erogata con delle speciali piastre posizionate sul torace). «A 22 anni ho avuto una scarica di battiti velocissimi, ci sono rischi?» È possibile che io abbia avuto una tachicardia ventricolare non. La fibrillazione atriale può essere responsabile di numerosi sintomi: le può essere interrotta per mezzo di farmaci o di una scarica elettrica.

    Nome: di tachicardia
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: MacOS. iOS. Windows XP/7/10. Android.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file: 35.45 MB

    Si classificano principalmente tre forme di tachicardia: sinusale , eterotopa sopraventricolare e ventricolare e atriale. Quella comunemente nota come semplice "tachicardia" ovvero accelerazione del ritmo cardiaco generale al di sopra dei battiti per minuto è la tachicardia sinusale. Le tachicardie si dividono in tre gruppi principali due dei quali a loro volta si dividono in più sottogruppi.

    Altri progetti. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera. Questa voce o sezione sull'argomento medicina non cita le fonti necessarie o quelle presenti sono insufficienti.

    Gli autoanticorpi stimolano la crescita delle cellule della tiroide determinando il gozzo , ovvero un aumento di volume della ghiandola.

    La persona con palpitazioni descrive la sensazione di pulsazioni martellanti o svolazzanti, o riferisce al sensazione come se il cuore si fermasse o saltasse dei battiti. E' proprio questa pausa compensatoria che, insieme alla extrasistole, fa sentire il sintomo caratteristico di " vuoto alla gola ". Normalmente ansia e sudorazione si presentano quando il soggetto percepisce l'extrasistole come un pericolo o una crisi cardiaca.

    I giovani hanno sempre “il cuore in gola”

    Cosa fare Innanzitutto conoscere il tipo di extrasistole, visto che quelle sopraventricolari sono spesso asintomatiche e benigne. Sono numerose le cause che possono determinarne una disfunzione. Ad esempio lunghi anni di continua tensione possono determinare un'alta pressione sanguigna che accresce materialmente il lavoro del cuore. Inoltre sfogarsi senza eccedere, non soltanto diminuisce il pericolo di una costante tensione interna, ma rende meno necessari gli sfoghi violenti. Sotto la tensione emotiva le ghiandole surrenali secernono e immettono nel circolo sanguigno l'adrenalina che fa contrarre le piccole arterie.

    Il cuore, sforzandosi di mantenere normale la circolazione nonostante questa resistenza, accelera il ritmo delle pulsazioni e aumenta la pressione sanguigna. L'adrenalina da all'individuo nuovo vigore e prontezza per fronteggiare qualsiasi minaccia che causi una scossa emotiva. Ma la continua tensione, come se tutta la vita fosse una crisi, va oltre l'adempimento della natura. Questo processo favorisce la formazione di coaguli.

    Con sindrome coronarica acuta si intende un insieme di sintomi provocati da un apporto insufficiente di sangue ischemia al cuore. Particolarmente il fenomeno si manifesta all'interno del complesso sistema cardiocircolatorio delle coronarie , la rete di vasi sanguigni che portano sangue ricco di ossigeno al cuore.

    E' durante questo processo che iniziano a manifestarsi i sintomi della sindrome coronarica acuta. Quasi mai si manifesta come puntura-fitta e la sua comparsa e variazione non cambiano con il movimento del torace, con l'inarcamento delle spalle o respiri profondi. Altri sintomi importanti sono la mancanza di fiato , il batticuore , nausea , vomito , intensa sudorazione o svenimento.

    Una volta confermata l'esistenza di uno Nstemi, al malato vengono somministrati farmaci allo scopo di ridurre il rischio di evoluzione verso lo Stemi. In ogni caso la malattia raramente si manifesta all'improvviso ma si sviluppa lentamente.

    Si tratta di una tecnica che permette di visualizzare l'anatomia del cuore e si basa sull'utilizzo di una sonda che indirizza un fascio di ultrasuoni verso le strutture cardiache.

    Queste onde vengono poi trasformate in immagini e visualizzate su un monitor. A discrezione del medico sono usati anche gli antialdosteronici i quali combattono la fibrosi cardiaca la degenerazione del muscolo cardiaco , abbassando il tasso di morte improvvisa e i ricoveri. Viene impiantato con un intervento di anestesia locale e funziona con una batteria che dura qualche anno. Sono a disposizione anche i cosiddetti supporti circolatori temporanei o definitivi , si tratta di pompe meccaniche che sostituiscono la funzione di un cuore compromesso, ristabilendo un flusso sanguigno vicino a quello normale.

    Un tempo questi dispositivi venivano utilizzati solo in attesa del trapianto, oggi invece possono essere anche utilizzati come applicazione temporanea per consentire il recupero della funzione del cuore ad esempio in caso di miocardite o infarto miocardico acuto.

    In alcuni casi sono utilizzati anche come alternativa al trapianto.

    In presenza di tale anomalia, le normali contrazioni atriali vengono sostituite da movimenti caotici, completamente inefficaci ai fini della propulsione del sangue.

    Inoltre il battito cardiaco diviene completamente irregolare. Per questo motivo i pazienti con fibrillazione atriale vengono solitamente trattati con farmaci anticoagulanti. Per quanto riguarda il trattamento, vi sono due possibili strategie:.

    Recenti sviluppi hanno consentito di trattare la fibrillazione atriale mediante ablazione con radiofrequenza.

    Panoramica sulle alterazioni del ritmo cardiaco

    Pertanto i moderni sviluppi nel suo trattamento chirurgico e transvenoso sono attualmente motivo di grande interesse per la letteratura scientifica internazionale. Il bypass permette di superare un condotto vascolare ostruito parzialmente o totalmente. Il cardiochirurgo effettua un'incisione longitudinale sul torace, attraverso lo sterno, detta sternotomia mediana.

    Attraverso questa incisione il chirurgo accede al cuore ed all'aorta. Intervento a cuore pulsante - Il cuore del paziente continua a battere durante l'operazione. Questo metodo comporta rischi minori per alcune tipologie di pazienti. Anestesia epidurale - In tempi recentissimi sono stati praticati interventi di questo tipo con pazienti in anestesia epidurale, il che ha aperto nuove prospettive in quanto, soprattutto nei pazienti anziani, si evitano i rischi di un'anestesia generale.

    La safena - Un tratto di vena safena viene prelevato dalla gamba del paziente ed utilizzato per effettuare i bypass. Questo tipo di intervento praticato soprattutto in passato ha una durata limitata. Tecniche recenti - Per aumentare l'efficacia dall'intervento si stanno sperimentando e utilizzando metodi recentissimi come i graft arteriosi, la Y arteriosa e l'uso dell'arteria gastroepiploica destra.

    I benefici sono la diminuzione drastica dell'infarto del miocardio, un recupero di forze e l'eliminazione del dolore dovuto all'ostruzione. I rischi sono: sanguinamento postoperatorio, infezioni, ictus, infarto miocardico perioperatorio, insufficienza renale, insufficienza respiratoria, morte. Va posizionato correttamente sul petto della persona, ma la scarica viene fornita in modo automatico con un sistema che rileva il battito cardiaco.

    Le valvole cardiache sono strutture che regolano il flusso del sangue all'interno del cuore. Si tratta di appendici di tessuto essenzialmente fibroso, rivestite da endocardio, che controllano il passaggio del sangue attraverso gli orifizi che collegano atri con i ventricoli ed i ventricoli con aorta o arteria polmonare. Questa iniezione innescherebbe una rigenerazione caratterizzata dall'espansione delle cellule staminali e dalla loro differenziazione in nuove cellule cardiache e vasi sanguigni.

    Questo quindi determina la rigenerazione anatomica, istologica e fisiologica di una significativa porzione di cuore soggetto a infarto di tipo ischemico.

    Le cellule staminali sono cellule indifferenziate in grado di trasformarsi e di specializzarsi in diversi tipi di cellule. Gli esperimenti di cui si parla sopra sono non staminali embrionali ma staminali cardiache da attivare con fattori di crescita attraverso un'angioplastica.

    Una volta raggiunto il punto di restringimento, lo stent montanto sul palloncino viene gonfiato, in modo da schiacciare la placca di colesterolo sulle pareti del vaso. A questo punto, dopo aver ricanalizzato il vaso coronarico responsabile dell'infarto, si inietta, attraverso la via di scorrimento creata dall'angioplastica, un cocktail di fattori di crescita direttamente nella zona dell'infarto.

    I fattori di crescita hanno vita breve e scompaiono velocemente dalla circolazione, limitando il loro effetto alla zona di rilascio. Rivela i casi in cui l'indurimento delle arterie comincia a essere una minaccia per il nutrimento del cuore.

    E se non viene mantenuto nel sangue il necessario equilibrio fra alcune sostanze chimiche es. Dal corpo alcuni collegamenti elettrici arrivano ad un oscilloscopio munito di uno schermo sul quale appare di continuo il tracciato che indica le condizioni del cuore.

    Gli elettrodi sono vari, per poter mettere in circuito quelli occorrenti a ottenere una successione di vari tracciati. Quando gli elettrodi sono a posto, si mette in funzione l'apparecchio, e le debolissime correnti elettriche del cuore vengono captate e amplificate migliaia di volte, per guidare una penna sopra una striscia di carta che scorre.

    La curva che ne risulta ha tre componenti principali : l'onda P indica come vengano elettricamente stimolati gli atri; il complesso QRS indica come l'onda elettrica si diffonda nei ventricoli; l'onda T indica come i ventricoli siano ricaricati. Ogni cuore ha il suo tracciato caratteristico. E' utile conservare tutti gli elettrocardiogrammi per futuri confronti : se si esaminano in serie, essi potranno costituire la storia grafica capace di indicare se una malattia sia stazionaria o se progredisca.

    Tenere sotto controllo la pressione sanguigna. Non avere eccessive tensioni emotive. Mantenere basso il colesterolo nel sangue che accelera la formazione di aterosclerosi negli anni. Fare sport regolarmente e senza eccessi. Da evitare assolutamente gli strapazzi. L'esercizio fisico regolare rafforza il cuore e migliora la circolazione. Basta camminare 30 minuti tutti i giorni.

    Usare l'alimentazione per prevenire : yogurt, pesce grasso come tonno, salmone, cozze , olio di pesce, antiossidanti.

    Limitare grassi animali, latte intero e zucchero.

    Il British Medical Journal ha pubblicato qualche tempo fa uno studio, precisando quali sono gli alimenti che aiutano a limitare i problemi cardiovascolari. Il menu giornaliero prevedeva ml di vino, g di frutta e verdura, 3g di aglio fresco, g di cioccolato amaro, 68g di mandorle; a giorni alterni g di pesce.

    Evitare il fumo e l'abuso di alcool. La nicotina aumenta il battito e la pressione, il monossido di carbonio riduce l'ossigeno favorendo l' ateriosclerosi ; sale e alcool oltre 2 bicchieri di vino fanno trattenere liquidi e aumentare la pressione. Tenere sotto controllo lo stress. Gli stress di tutti i giorni hanno un effetto negativo sul cuore nel corso del tempo.

    Tenere sotto controllo il peso. Gli obesi tendono ad avere alterati sia la pressione del sangue sia il colesterolo ed una tendenza al diabete.

    Specialità del contenuto Cardiologia. Quali sono i sintomi della tachicardia? Quali sono le cause della tachicardia? Quali sono le cause della tachicardia notturna? Quali sono i tipi di tachicardia?

    Cos'è la tachicardia sinusale? Cos'è la tachicardia parossistica? Cos'è la tachicardia ventricolare? Quali sono i fattori di rischio? Quali test servono per diagnosticare la malattia? Quali sono le complicazioni legate alla tachicardia? In alcuni casi, la tachicardia non presenta sintomi o complicazioni, ma se non trattata potrebbe disturbare la normale funzione del cuore e portare a serie complicazioni come: insufficienza cardiaca ictus arresto cardiaco o morte.

    I tipi più comuni di tachicardia sono: Fibrillazione atriale : la fibrillazione atriale è una rapida frequenza cardiaca causata da impulsi elettrici caotici negli atri del cuore. Questi segnali provocano contrazioni deboli e non-coordinate degli atri.

    Quando Apple Watch misura il battito cardiaco

    La maggior parte delle persone con fibrillazione atriale hanno alcune anomalie strutturali del cuore correlate. Altri fattori che possono contribuire a fibrillazione atriale comprendono un disturbo della valvola cardiaca, ipertiroidismo o l'uso di alcol. Flutter atriale : nel flutter atriale , gli atri del cuore battono molto velocemente ma a cadenza regolare. I battiti veloci sono quindi deboli contrazioni degli atri. Il flutter atriale è causato da irregolarità nel circuito atriale.

    Alcuni episodi possono risolversi da soli altri hanno bisogno di cure. Le persone che sono soggette a questo tipo di tachicardia spesso hanno sperimentato anche episodi di fibrillazione atriale. Tachicardia ventricolare : la tachicardia ventricolare è una rapida frequenza cardiaca che ha origine con i segnali elettrici anomali nei ventricoli. La rapida frequenza cardiaca non consente ai ventricoli di riempirsi e contrarsi a sufficienza per pompare abbastanza sangue al corpo.

    Fibrillazione ventricolare : la fibrillazione ventricolare si verifica quando dei rapidi impulsi elettrici provocano dei tremori nei ventricoli rendendo impossibile pompare abbastanza sangue nel corpo.

    Questo problema è fatale se il cuore non viene ripristinato a un ritmo normale in pochi minuti. La maggior parte delle persone che soffrono di fibrillazione ventricolare hanno una malattia cardiaca sottostante o hanno subito gravi traumi, ad esempio sono stati colpiti da un fulmine.

    La famiglia. Si attiva solo quando si verificano i sintomi di una frequenza cardiaca veloce. Quali sono i trattamenti e farmaci per curare la malattia? Alcuni modi per rallentare il battito cardiaco sono: Manovra vagale : le manovre vagali agiscono sul nervo vago, che aiuta a regolare il battito cardiaco.

    In questa procedura, viene erogata una scarica al cuore mediante piastre sul petto. Generalmente è usata quando è necessaria una cura di emergenza o quando le manovre e farmaci non sono efficaci. Possibili complicazioni includono: coaguli di sangue che possono causare un ictus o un attacco cardiaco ; incapacità del cuore di pompare abbastanza sangue insufficienza cardiaca ; svenimenti frequenti o incoscienza; la morte improvvisa, di solito solo associata a tachicardia ventricolare o fibrillazione ventricolare.

    Hai trovato questo contenuto utile?


    Ultimi articoli