Nurban.me

Nurban.me

SCARICARE MATERIALI ARCHICAD


    Contents
  1. Download Catalogo Materiali di Superficie per ARCHICAD
  2. Seminario "Tecnologia BIM con ArchiCAD 19"
  3. Rendering artlantis 5 : importazione modello archicad
  4. Tutto ciò che ti serve per progettare con i migliori marchi di Design.

Risorse free scarica i miei materiali per #ARCHICAD #CINERENDER dal #BIM Components. Le devi caricare (una per volta) dai materiali di ArchiCAD. Ora non ho Nel sito graphisoft pero' non trovo dove scaricare la libreria. Mi puoi. Di seguito alcuni link dei siti più utilizzati dove trovare textures di immagini per materiali utilizzabili in ArchiCAD e Artlantis: nurban.me ProMats è un Catalogo di Superfici per ARCHICAD che raccoglie materiali di Tutorial in formato PDF integrativi sul funzionamento (materiale in download.

Nome: materiali archicad
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file: 16.23 MB

Una formula propositiva che ti aiuta a risparmiare tempo. Il sistema è costruito su tre piattaforme base - cm e cm, entrambe con profondità di 90 c Effetto decorativo tridimensionale che ricorda la pelle del coccodrillo in tutta la sua unicità, Crea la tua area professionale gratuita e pubblica i tuoi progetti.

Potrai scegliere di sfruttare il nostro servizio di promozione che ti permette di raggiungere fino a Architettura, design, Italian Lifestyle.

Ambiente di Lavoro personalizzato Se usate degli Ambienti di Lavoro personalizzati il menu del plug-in potrebbe non comparire automaticamente nel menu Design di ArchiCAD. Usate questo dialogo per configurare opportunamente i vostri Ambienti di Lavoro personalizzati aggiungendo il menu del plug-in acquistato. Gestione della libreria degli oggetti Suggeriamo di non spostare le librerie utilizzate dai plug-in dal loro posto originario si trovano nella stessa cartella del plug-in : in questo modo esse saranno automaticamente gestite dai plug-in e non avrete alcun problema di caricamento delle stesse.

Cerca Cerca nel sito:. ArchiMaterial Panoramica Requisiti di sistema Download. Una semplice procedura consente di generare immagini di tessitura reiterabili senza giunzioni assieme ad immagini da usarsi per gli effetti di bump-mapping, trasparenza, ecc. La prima e forse principale funzione di ArchiMaterial riguarda la gestione dei materiali di ogni singolo elemento del progetto ; la prima icona della palette di ArchiMaterial apre l'Ispettore dei Materiali che permette di tenere sott'occhio e modificare:.

Da non trascurare la possibilità di visualizzare la texture utillzzata dal motore Open GL per la vista 3D e dal Motore Interno per il rendering, oppure quella utilizzata dal motore di rendering LightWorks. Finestra Resoconto Sessione. Barra strumenti navigazione 3D Classica. Finestre di Dialogo. Finestra di dialogo Ambiente di Lavoro. Opzioni Profilo. Opzioni Schema. Finestre di Dialogo e Palette.

Pannello Texture in Settaggi Materiale. Settaggi Shader LightWorks. Finestra di dialogo Categorie Zone. Finestra di dialogo Gestore Profilo. Gestore Add-On.

Finestra di dialogo Settaggi. Finestra di dialogo Edita Elementi per Piani. Finestra di dialogo Crea nuovo piano. Finestra di dialogo Settaggi Piano di taglio della Pianta. Finestra di dialogo Copia. Finestra di dialogo Area di Disegno e Griglie. Settaggi Consolidamento Linee. Settaggi Consolidamento Retino. Pannello Combinazione Opzioni Vista Modello. Opzioni Vista Modello per gli Elementi di Costruzione. Settaggi Documento 3D. Finestra di dialogo Filtra Elementi nel 3D.

Settaggi Finestra 3D. Opzioni di Open GL. Finestra di dialogo Sezione 3D. Settaggi Proiezione 3D. Settaggi Proiezioni Parallele. Settaggi Prospettiva. Settaggi di RoofMaker. Settaggi TrussMaker. Settaggi del Sistema di Griglia. Editor Oggetto GDL. Finestra di dialogo Settaggi Schema Abaco interattivo.

Download Catalogo Materiali di Superficie per ARCHICAD

Opzioni Formato Abaco interattivo. Finestra di dialogo Settaggi indice. Finestra di dialogo settaggi Vista. Finestra di dialogo Settaggi Libro. Finestra di dialogo Settaggi Sottoinsieme. Settaggi Layout.

Conversione Font-Stile. Funzioni personali. Opzioni di importazione per gli Elementi nello Spazio Carta. Opzioni Unione Intelligente. Palette Strumenti Revisione.

Finestra di dialogo Stili di Revisione. Ambiente di Revisione del Progetto. Finestre di Dialogo Settaggi Strumento. Lavorare con le Finestre di dialogo Settaggi Strumento. Settaggi Strumento Muro. Settaggi Strumento Falda. Settaggio Strumento Shell. Settaggi Strumento Trave. Settaggi Strumento Pilastro. Settaggi Strumento Solaio. Settaggi Strumento Mesh. Settaggi Strumento Zona. Settaggi Curtain Wall. Settaggi Curtain Wall: pagina Sistema.

Settaggi Curtain Wall: Pagina Schema. Settaggi Curtain Wall: Giunti.

Settaggi Curtain Wall: Settaggi Accessorio. Finestra di dialogo Posiziona Curtain Wall: finestra Sezione. Settaggi Strumento Forma. Settaggi degli elementi di libreria. Visualizzazione Pianta: Simbolico invece di Proiettato. Pannello Interfaccia grafica per una Porta. Dimensioni nominali e tolleranza. Chiusura Finitura. Chiusura intercapedine. Settaggi Strumento Lucernario. Settaggi Strumento Scala. Settaggi StairMaker. Settaggi Strumento Quota.

Settaggi Strumento Quota Lineare. Settaggi Metodo Alzati. Settaggi Strumento Quote Radiali. Settaggi Strumento Quote Angolari. Settaggi Strumento Quote Altimetriche. Settaggi Testo Quota. Finestra Converti Quote Add-On. Settaggi Strumento Testo.

Settaggi Strumento Etichetta. Settaggi Disegno. Settaggi Strumento Retino. Settaggi Strumento Linea. Settaggi Strumento Polilinea. Settaggi Strumento Sezione. Settaggi Strumento Alzato. Settaggi Strumento Foglio di Lavoro. Settaggi Strumento Dettaglio. Settaggi Strumento Griglia. Settaggi Strumento Testa Muro. Settaggi Strumento Spline. Settaggi Strumento Hotspot. Settaggi Strumento Figura. Settaggi Strumento Telecamera. Crea Vola-attraverso.

Trovare un argomento della Guida Dalla pagina principale della guida ci sono diversi modi di navigare alla ricerca dell'argomento voluto: Usare la sezione dei Contenuti nel pannello di sinistra per sfogliare la lista gerarchica degli argomenti.

Si pu espandere lo schema ad albero visualizzato facendo clic su un argomento in. Fare clic sull'argomento di propria scelta per aprirlo nel pannello di destra. Fare clic sull'icona libro per chiudere un argomento aperto. Fare clic sulla sezione dell'Indice e poi sulla prima lettera dell'argomento cui si interessati.

L'elenco degli argomenti corrispondenti verr immediatamente visualizzato. Selezionare una voce dell'elenco per accedere all'argomento desiderato. Fare clic sulla scheda Cerca ed immettere il termine cercato nel campo di testo. Premere invio o fare clic sul pulsante Vai! Fare clic su un argomento selezionato per visualizzarne il contenuto nel pannello a destra. Navigare nella Guida Usare i pulsanti del bordo superiore della pagina della Guida per la navigazione.

Fare clic sul pulsante freccia posto alla destra per portarsi avanti, verso l'argomento successivo nella gerarchia dei contenuti.

Fare clic sul pulsante freccia posto alla sinistra per tornare indietro all'argomento precedente nella gerarchia dei contenuti. Tornare alla pagina della Guida da cui si proviene Usare il pulsante "Indietro" del proprio browser internet. Questo pulsante pu avere forme diverse a seconda del browser usato. Fare clic sulle frecce circolari per evidenziare la posizione dell'argomento corrente nella gerarchia dei contenuti. Fare clic sul pulsante stampa per aprire la finestra di dialogo di stampa per stampare l'argomento corrente dall'Aiuto di ArchiCAD.

Accertarsi di fare clic con il cursore situato all'interno dell'argomento della Guida che si desidera stampare. Accedere al testo "a discesa" Alcuni argomenti della Guida comprendono sottoargomenti "a discesa": per visualizzare il testo del sottoargomento fare clic sulla freccia. Per tornare alla visualizzazione in formato HTML, fare clic su in un punto qualsiasi dell'indice della guida.

Consultare il manuale Guida all'installazione. Libert di progettazione - Strumento Forma Creare elementi liberi direttamente in ArchiCAD - in modo da non dovere importare Speciale forme speciali da altri programmi. Forma praticamente privo di limiti geometrici: tutti i bordi e tutte le superfici possono essere spostate e deformate in tutte le direzioni, cosa che consente di creare esattamente l'elemento desiderato per l'immissione nella situazione specifica del progetto.

L'interfaccia grafica usa i metodi e le interazioni normali: selezionare un bordo, afferrare un punto o una superficie, o una combinazione dei sotto-elementi, per modificare la Forma con l'aiuto della pet palette e del feedback in tempo reale. La Forma a pieno diritto un elemento di ArchiCAD, visualizzato in tutte le viste e gli elenchi di ArchiCAD, e pu essere classificato per l'esportazione nei programmi strutturali.

Disegnare Elementi Unici Trasformare elementi esistenti Editazione grafica per una piena libert creativa Per altre informazioni, vedere Forme. Trasformare elementi esistenti Non necessario creare Forme nuove: selezionare uno o pi elementi esistenti, e trasformarli in una Forma Usando l'editazione grafica, si creano variazioni geometriche uniche che non sono supportate dai parametri degli elementi. Editazione grafica per una piena libert creativa Estrudere, ridimensionare, arrotondare da qualsiasi punto o superficie Disegnare un poligono sulle facce dell'elemento, quindi premere per creare un foro Usare la levigatura geometrica per ottenere superfici levigate Usare operazioni Booleane permanenti per trasformare la Forma di uno dei suoi sottoelementi.

Valutazione Energetica integrata Il nuovo strumento di Valutazione Energetica di ArchiCAD fornisce una maniera facile di produrre un'istantanea rapida e affidabile del livello di efficienza energetica dell'edificio. Questa funzione nativa di ArchiCAD progettata specificamente per in una fase precoce - quando le strategie di risparmio energetico possono essere ancora confrontate e implementate con la massima efficacia.

La Valutazione Energetica destinata agli architetti: il suo utilizzo non richiede una formazione specifica sulla progettazione sostenibile. Analisi energetica degli edifici su progetti di qualsiasi dimensione Produrre il Rapporto di valutazione energetica rapido Usare il Feedbak della valutazione per ottimizzare il design dell'edificio Per altre informazioni, vedere La Valutazione Energetica. Analisi energetica degli edifici su progetti di qualsiasi dimensione Progettare l'involucro esterno di base dell'edificio e i suoi spazi interni, e mettere in funzione lo strumento di Valutazione Energetica: ArchiCAD 16 converte il modello di edificio architettonico direttamente in un modello energetico edilizio, utilizzando l'avanzatissima funzione di analisi geometrica automatica del modello - che rappresenta un nuovo punto di riferimento per la precisione dei dati geometrici di simulazione energetica.

L'analisi automatica del modello converte il modello architettonico dell'edificio in un unico modello energetico a Blocchi termici Gli elementi trasparenti e opachi dell'involucro dell'edificio e strutture interne sono automaticamente elencati con le loro rispettive propriet Un elemento singolo di ArchiCAD viene automaticamente suddiviso in pi parti a seconda della sua posizione per es. Assegnare dati aggiuntivi al Modello energetico dell'edificio da Vasti elenchi incorporati - Non richiesta nessuna conoscenza specializzata sugli argomenti sotto indicati: Propriet fisiche delle strutture e delle aperture Livelli di auto-ombreggiamento e vari dispositivi di ombreggiamento Impostazioni ambientali: tipo suolo, superfici circostanti, protezione dal vento, condizioni di ombreggiatura esterna.

Profilo operazione per es. Accesso e visualizzazione dei dati climatici Importa file dei dati climatici analitici Ottenere informazioni climatiche in formato griglia dal server meteo online. Produrre il Rapporto di valutazione energetica rapido Il motore certificato VIPCore calcola il bilancio energetico orario dell'edificio per un periodo di un anno, senza quasi alcuna attesa La tecnologia avanzata di simulazione energetica avanzata per es. Usare il Feedbak della valutazione per ottimizzare il design dell'edificio Usare i dati del rapporto per ottimizzare i parametri progettuali per es.

Funzione di ricerca migliorata: pi rapida identificazione degli Elementi di Libreria La funzione di ricerca pi intuitiva nella finestra di dialogo Settaggi degli strumenti Tipo Oggetto trova gli elementi di libreria in tutte le librerie attive del progetto - comprese quelle collegate, incorporate e le Librerie Server BIM Il motore non ricerca soltanto i nomi degli elementi di libreria, ma anche i nomi dei loro parametri e dei testi descrittivi La stessa funzione di ricerca trova anche elementi di libreria su Internet, attraverso il Portale Componenti BIM.

Migliore creazione personalizzata di Elementi di Libreria In ArchiCAD, possibile salvare gli strumenti di costruzione come oggetti GDL personali - come finestre, porte, e i loro componenti come un pomello di porta personalizzato. Definire i nuovi Materiali, Retini e Penne predefiniti dell'elemento di libreria. Dopo avere posizionato l'elemento di libreria, si possono inoltre raffinare questi attributi in Settaggi oggetto.

Nelle versioni precedenti, gli oggetti personalizzati includevano soltanto gli attributi dei loro elementi sorgente con nessuna possibilit di cambiarli nei settaggi degli elementi. Per altre informazioni, vedere Creazione grafica di Elementi di Libreria e Componenti personalizzati. Editazione in 3D migliorata Questi comodi miglioramenti eliminano i procedimenti a tentoni nell'immissione in 3D.

Immettere gli elementi ovunque nello spazio in 3D Ancora prima di iniziare l'immissione: possibile sfalsare il Piano di Editazione e reimpostare cos l'altezza predefinita dell'elemento - con tutti gli strumenti di costruzione Linea di proiezione al Piano di Editazione immediatamente mostrata. Posizionare i nuovi oggetti non soltanto alla loro altezza predefinita, ma su qualsiasi punto selezionato facendo clic: come una superficie per es.

Snap alla superficie in Finestra 3D A partire da ArchiCAD 16, il cursore eseguir lo snap su qualsiasi superficie e su qualsiasi bordo e punto nella finestra 3D - per una facile immissione tra gli elementi nello spazio. Spostare e Elevare con una sola operazione Usare il comando Trascina per spostare un elemento selezionato in qualsiasi punto nello spazio e non soltanto sul piano XY.

La linea guida della direzione Z disponibile per limitare il movimento sulla perpendicolare del Piano di Editazione Bloccare l'immissione sul Piano di Editazione usare Shift o il comando Blocca al Piano.

Controlli del Piano di Editazione migliorati Accesso pi semplice ai pulsanti di commutazione dei piani La nuova opzione Prossimo Piano consente di passare a rotazione tra i piani contestuali specifici Linee griglia sensibili allo zoom: quando si avvicina lo zoom vengono visualizzate nuove linee griglia aggiuntive sul Piano di Editazione.

Nuove varianti Cursore Intelligente Queste nuove variazioni dell'abituale smart cursor di ArchiCAD aiuta ad effettuare un'immissione precisa ancora pi facilmente: Superficie Il bordo incontra una superficie Il bordo incontra una superficie con un angolo di 90 gradi Due superfici si incontrano Due superfici si incontrano con un angolo di 90 gradi.

Feedback 3D migliorato per il comando Dividi Il Piano di taglio rosso in 3D mostra dove sar diviso l'elemento. Comando Ruota facile da usare Ora tutti gli elementi usano lo stesso comando Ruota, con nuovi divertenti feedback che hanno l'aspetto di un goniometro.

Shell, Curtain Wall e Forme possono essere ruotate attorno ad un asse nello spazio della finestra in 3D - opzione nota nelle precedenti versioni come comando distinto chiamato Rotazione Libera - per farlo in ArchiCAD 16, usare solo il comando Ruota normale. Definire il Nord di progetto nel Modello dell'edificio Una nuova funzione rende semplicissimo definire il Nord di progetto direttamente all'interno del progetto.

Finestra di dialogo Informazioni progetto espansa Informazioni Progetto contiene molti nuovi tipi di dati - come i nuovi campi Indirizzo completo, per Sito, Architetto e Cliente, la cui interfaccia d'immissione dati dispone di tutto lo spazio necessario L'elenco di tipi di dati stato riorganizzato in tre categorie trasparenti per una gestione pi semplice.

Opzioni di Backup di Teamwork ampliate Due formati di backup - i nuovi backup PLN pi gli abituali backup di Progetto BIM - sono disponibili, cos possibile continuare a lavorare in caso di emergenza, anche nel caso in cui il Server BIM si fermi per qualsiasi motivo per es.

Usare i Backup di Progetto BIM per ripristinare rapidamente i Dati Server BIM I Backup di Progetto BIM contengono anche tutte le informazioni relative al Server BIM come i dati e i ruoli degli utenti ; gli utenti possono riprendere a lavorare appena il file di backup ripristinato su qualsiasi Server BIM, senza bisogno di aggiungere nuovamente gli utenti e ridefinirne i ruoli I backup dei progetti BIM vengono creati e gestiti dal are server - senza necessit di alcuna interazione Per impostazione predefinita, viene creato un nuovo Backup di progetto BIM ogni ora di lavoro - reimpostare il programma in modo da adeguarlo alle esigenze della propria azienda.

Il processo di backup PLN, che utilizza un computer client, rapido e completamente automatico, eccetto che per la necessit di conferma del client Per impostazione predefinita, i backup PLN vengono creati giornalmente - reimpostare il programma per adattarlo alle esigenze della propria azienda.

Facile Recupero di entrambi i formati di backup Entrambi i tipi di backup di Teamwork sono elencati in Settaggi Progetto. Assegnazione propriet termiche a retini ArchiCAD Per definire i Tipi di Retino Sezione, la finestra di dialogo Tipi Retino ora ha una nuova scheda per le Propriet termiche Queste propriet termiche sono usate nella nuova funzione di Valutazione Energetica Anche se tutti i Retini Sezione forniti in ArchiCAD hanno propriet predefinite, comunque possibile definire altri Retini Sezione e assegnare a questi le propriet termiche volute, in modo da non dovere aprire e editare il file XML Accedere al ricco catalogo dei Materiali da Tipi Retino Fare clic per scegliere il materiale desiderato e assegnare le sue propriet termiche.

Aggiornamento veloce dei collegamenti Gli aggiornamenti dei collegamenti sono pi veloci nelle seguenti situazioni: Hotlink piano singolo aggiornati dallo stesso file sorgente Aggiornamento dei moduli in Teamwork, il cui file sorgente anche un Progetto Teamwork. Nuove immagini d'anteprima Tutti gli oggetti nelle seguenti cartelle hanno anteprime renderizzate: Letti, Sedie, Divani e Poltrone, Tavole, Armadietti e Scaffali, Mobili per cucine.

Armadietto ufficio Lampade Tipi di lampada nuovi e unificati comprendono una migliore interfaccia grafica e una pi ampia gamma di opzioni geometria: pi forme e tipi di paralumi tra cui scegliere, pi opzioni per l'impostazione dell'illuminazione. Lampadario sospeso: incorpora i precedenti Lampadari sospesi da 01 a 04 Lampada da soffitto: incorpora la precedente Lampada a soffitto. Nuovi tipi di paralume per la Lampada a soffitto elemento di libreria 16 Lampada a parete sospeso: incorpora le precedenti Lampade sospese da 02 a 05 Lampada fluorescente: incorpora tutte le lampade fluorescenti precedenti eccetto la Lampada fluorescente da parete Kit faretto: - Il vecchio Elemento di Libreria con lo stesso nome stato sostituito da una nuova lampada modulare configurabile - La vecchia geometria disponibile come un'opzione nella serie di nuove geometrie selezionabili Faretto a parete: Il vecchio oggetto Lampada a parete 01 stato esteso con funzionalit simili a quelle dell'oggetto Kit faretto.

Inoltre la scelta dei tipi ora anche pi ampia: - Sono stati aggiunti nuovi tipi di vasi sanitari a pavimento e a parete - Sono stati aggiunti nuovi tipi di serbatoio e di sciacquone a muro. Le impostazioni delle quote del nuovo elemento di libreria Trave reticolare metallica 16 Lastra profilata: questo elemento di libreria, che comprende nuovi profili, unisce in s i seguenti vecchi oggetti: Lastra corrugata inc.

Altri Oggetti Parapetti e Ringhiere Tutti i parapetti e le ringhiere hanno una nuova interfaccia migliorata per una facile assegnazione dei parametri.

La nuova scheda UI d'impostazione delle dimensioni degli elementi di libreria parapetto. Rubinetti semplificati Nuovi stili semplici sono stati introdotti per diminuire le dimensioni del modello 3D. Oggetto coordinato L'elemento di libreria visualizza le coordinate x,y,z dei suoi punti d'inserimento; le coordinate sono anch'esse disponibili per gli elenchi.

Opzioni etichetta razionalizzate Le vecchie etichette specifiche degli strumenti sono state unificate in appena due elementi di libreria: Etichetta Struttura: comprende le caratteristiche delle vecchie etichette Muro, Falda, Solaio e Shell Etichetta dimensioni: comprende le funzioni delle vecchie etichette Oggetto, Trave e Etichetta colonna. Visualizzazione Sensibile al Piano di Elementi di Libreria I seguenti elementi di libreria, che solitamente possono essere visibili su pi di un piano, ora hanno l'opzione per visualizzazioni diverse secondo i piani.

Razionalizzazione degli oggetti porta e finestra Per ridurre il numero di elementi di Libreria, molte aperture con funzionalit uguali o simili tipo di operazione sono state unite assieme e in molti casi migliorate, senza alcuna perdita di funzioni. Gli elementi di libreria eliminati vengono fatti migrare senza cesure nei loro corrispondenti di AC16 Per una lista completa delle modifiche vedere Migrazione Porta e Finestra.

Miglioramenti delle finestre Miglioramenti per le Finestre speciali Ora sono disponibili pi tipi di aperture per le finestre speciali ove necessario Le finestre speciali ora hanno lo stesso numero di schede interfaccia utente gi presentate per le finestre base: Forma, Opzioni Battente, Apertura, Telaio e Battente. Nuovi tipi di Aperture per le Finestre base Tutte le finestre base eccetto le finestra a doppio battente hanno i seguenti nuovi tipi di apertura: Doppio battente, Scorrevole, Scorrevole a specchio, Scorrevole doppio, Scorrevole doppio a specchio, Sospesa singola, Sospesa doppia.

Larghezze telaio variabili Tutte le finestre ove necessario possono ora usare diverse larghezze telaio su ciascun lato. Miglioramenti della Spalletta Il tipo di spalletta inferiore pu essere impostato separatamente dalle spallette degli altri lati della finestra. Tipi di spalletta inferiore disponibili: Nessuna spalletta, Spalletta, Spalletta negativa, Spalletta inclinata, Spalletta storica, Spalletta personale.

Miglioramenti delle porte Porte nuove Porta scorrevole ad arco con Traversa 16 Porta scorrevole con Traversa Il nuovo elemento di libreria porta scorrevole ad arco con traversa 16 Porta a doppia uscita - Solo USA. Nuova porta con tipo di apertura a doppia uscita e profilo telaio speciale. Nuovi tipi di battente per i pannelli laterali Sono disponibili nuovi tipi di battente per i pannelli laterali: Diviso e Pannello.

Nuovi tipi di apertura per i battenti dei Pannelli laterali e della Traversa I seguenti nuovi tipi di apertura sono disponibili per tutti i battenti dei pannelli laterali e delle traverse: Battente fisso, Doppio battente, Cardine, Scorrevole orizzontale , Sospeso singolo.

Tipi di maniglia La sezione tipi di maniglia stata aggiornata per tutte le porte. Nuovi tipi di maniglia sono disponibili per la maggior parte delle porte, e alcune maniglie non necessarie sono state eliminate, ove opportuno. Telaio incorporato possibile selezionare il telaio per la parte incorporata nella parete della porta, e visualizzarlo nelle finestre in 2D e includerlo negli abachi.

Coprifilo con tapparella Una tapparella situata dietro la facciata pu ora essere usato all'interno e all'esterno del coprifilo, su entrambi i lati del telaio. Tapparella con coprifilo Impostare la Larghezza Scuro per Scuro Decorativo La larghezza dello Scuro decorative pu essere impostata separatamente dalla larghezza della finestra. Miglioramenti di usabilit per la gestione Propriet IFC semplificata Le Propriet IFC possono essere molto numerose - includendo parametri personalizzati, parametri incorporati, e parametri importati nel progetto da un altro programmaSebbene il database IFC in ArchiCAD stia diventando pi sofisticato, ora esso pi facile da gestire nel suo complesso:.

Per una migliore visione d'assieme dei dati nel Gestore IFC, possibile visualizzare le propriet IFC per i soli elementi sui lucidi visibili.

Salvare schemi di propriet personali per un facile trasferimento tra i progetti Dopo avere definito le propriet IFC in un progetto, non necessario ricominciare da capo nel progetto successivo. Salvare tutte le propriet personali come uno Schema in un file. Assegnazione delle propriet personali con un clic a tutti gli Elementi Risparmiare tempo e fatica con l'opzione di assegnare una propriet personalizzata a tutti gli elementi di un certo tipo, o a tutti gli elementi del progetto.

Editazione rapida delle propriet Rinominare o eliminare propriet personali una per volta. Questo standard incorporato e predefinito lo standard IFC pi comunemente usato Definizione vista modello. Nuove assegnazioni: Occupante Spazio e Attore Nuovi modi di raggruppare gli elementi in Gestore IFC: le assegnazioni Occupante Spazio e Attore accanto alle esistenti Gruppo e Zone permettono definizioni pi dettagliate delle singole zone e dei singoli edifici, piani, e elementi edilizi.

Richiesto ai fini della conformit con molti standard IFC. Quando si definisce un Riferimento classificazione, scegliere tra le regole predefinite incorporate, secondo lo standard che si deve usare. Fare semplicemente clic su una regola: i dati richiesti verranno aggiunti automaticamente anche possibile definire in modo personalizzato regole di Classificazione in formato XML. Usare queste regole per classificare automaticamente o definire le propriet per determinati elementi del progetto.

Importazione Geometria del Sito migliorata Filtrare siti importati per limitare le dimensioni del file Se i dati contengono pi di un sito, scegliere di importare solo il sito o i siti di cui si ha bisogno. Oppure si pu scegliere di non importare alcun sito.

Risultato: Geometria pi precisa: le Forme editabili con geometria del sito perfetta possono essere convertite da tutti i tipi di rappresentazione geometrica sul Sito IFC BREP, Modello superficie, Set geometrico Maggiore flessibilit: l'elemento Forma risultante liberamente editabile in forma grafica.

Migliori prestazioni IFC La possibilit di importare siti come Forme invece che come oggetti migliora le prestazioni, poich la generazione delle Forme pi veloce. Preservare i Dati originali Se si importano blocchi DWG in ArchiCAD e poi li si riesportano senza editarli, possibile selezionare l'opzione di salvataggio dei blocchi originali, in modo che i blocchi DWG non modificati restino intatti.

Nelle versioni precedenti alla fine del ciclo di andata e ritorno venivano creati nuovi blocchi DWG, anche se tali parti del progetto non erano state modificate. Preservare le Posizioni originali dei blocchi I punti d'inserimento originali dei blocchi nel modello ACAD sono preservati anche dopo un ciclo di andata e ritorno con ArchiCAD: i blocchi aggiornati saranno inseriti nelle stesse posizioni dei loro punti di partenza originali. Dato che le funzionalit di ArchiCAD sono state sviluppate e migliorate in ogni versione successiva, il progetto della vecchia versione funzioner, per alcuni aspetti, in modo diverso dopo averlo portato su ArchiCAD Questa guida alla migrazione richiama l'attenzione su questi cambiamenti.

Per usare la Guida alla Migrazione, fare clic sul collegamento sottostante che corrisponde alla versione del progetto che si desidera far migrare. In questo modo verr visualizzata una lista di controllo dei problemi di migrazione da prendere in considerazione. Migrazione da ArchiCAD 8.

Migrazione di etichette Quando si apre in ArchiCAD 16 un progetto ArchiCAD di una versione precedente, tutte le etichette dalla vecchia versione saranno conservate senza variazioni, quanto ad aspetto e funzione. Le opzioni etichetta di ArchiCAD 16 sono state razionalizzate, con l'aggiunta di alcune nuove funzionalit: per potersi avvantaggiare di ci necessario sostituire le vecchie etichette con quelle nuove di ArchiCAD Migrazione di dati EcoDesigner Se si usato l'add-on EcoDesigner con un progetto di versione precedente, alcune impostazioni specifiche di EcoDesigner sono state salvate con il progetto.

Se si apre tale progetto in ArchiCAD 16 e si avvia la funzione Valutazione Energetica, alcuni dei settaggi sono mantenuti, se le stesse opzioni sono disponibili per la Valutazione Energetica: I settaggi Clima e Posizione sono mantenuti dalla Valutazione Energetica I dati delle schede di EcoDesigner Sistema Impiantistica e Energia e Energia verde sono mantenuti come in origine dalla Valutazione Energetica. Le Propriet termiche, definite in EcoDesigner nella vecchia palette Revisione Modello, sono mantenute dalla Valutazione Energetica disponibile nel nuovo pannello Propriet termiche retino della finestra di dialogo Tipi Retino I dati Attivit da EcoDesigner sono interpretati dalla Valutazione Energetica come un Profilo Operazione.

Analisi del Modello basata sulle Zone nella Valutazione Energetica L'Analisi del modello della Valutazione Energetica, basata sulle zone e la creazione di confini di spazio differenziati, fondamentalmente diversa dall'EcoDesigner, che era basato sugli elementi. Di conseguenza, i risultati in Valutazione Energetica saranno probabilmente diversi e pi accurati di quelli ottenibili con l'uso dell'EcoDesigner, secondo il modo in cui si modellato l'edificio.

Importante: quando si migra il progetto in ArchiCAD 16, il risultato corretto di Valutazione Energetica dipende dal corretto uso delle zone attraverso il modello.

Riesaminare e correggere le zone secondo le necessit. Modifiche minori dell'interfaccia in ArchiCAD 16 Nuova finestra di dialogo Posizione progetto Usare la finestra di dialogo Posizione Progetto invece della finestra di dialogo Sole per impostare l'esatta posizione del progetto con le coordinate precise di latitudine e longitudine, e associare questa posizione con qualsiasi nome del progetto e indirizzo.

Fare clic su per vedere la posizione in Google Maps. Modifiche nell'Editor Oggetto GDL Quando si apre questa finestra di dialogo usare il comando Apri Oggetto su un elemento di libreria selezionato , la pagina predefinita che si apre ora chiamata Dettagli. Questa pagina contiene i controlli Sottotipo e i campi Informazione Oggetto per es. La pagina Dettagli contiene anche le Opzioni compatibilit prima nel pulsante Dettagli. La precedente pagina Commento stata eliminata, e la sua funzione stata sostituita dal campo Descrizione situato nella pagina Dettagli.

Il menu a comparsa contenente le opzioni Mostra in libreria e Copia il nome stato eliminato dal pannello Anteprima e Posizionamento. Il nome elemento di libreria pu ora essere copiato direttamente dal campo nome.

Seminario "Tecnologia BIM con ArchiCAD 19"

Queste propriet termiche sono usate nella nuova funzione di Valutazione Energetica. Comandi Ruota modificati Il comando Rotazione Libera e la relativa funzionalit disponibili nelle precedenti versioni per la Shell e il Curtain Wall stato unito in un singolo comando Ruota generale. Shell, Curtain Wall e Forme possono essere ruotati su qualsiasi asse nello spazio della Finestra 3D - per farlo, usare il semplice comando Ruota disponibile per tutti gli elementi.

Comando pet palette modificato nella finestra 3D Quando si edita un elemento edilizio nella Finestra 3D, il comando Eleva non pi disponibile dalla pet palette. Questo dipende dal fatto che la nuova opzione Sposta liberamente o Trascina consente di spostare e sollevare graficamente l'elemento in qualsiasi luogo dello spazio con un solo passaggio. Nuova opzione di visualizzazione dei Retini coprenti per Shell e Forma Nei pannelli Pianta e Sezione dei Settaggi Strumento Shell, presente una nuova opzione di visualizzazione concernente il Retino coprente dell'elemento: la casella di controllo Proiezione 3D.

Per impostazione predefinita essa selezionata. In questo caso, le altre opzioni Orientamento Retino Coprente non sono disponibili. Migrazione Porta e Finestra Le porte e le finestre delle versioni 15 e precedenti saranno automaticamente sostituite dalle loro versioni equivalenti in versione Si tenga presente quanto segue: La migrazione gli hotspot dei battenti dei pannelli laterali di porte e finestre per es. Migrazione e ritroso di finestre e porte possibile eseguire la migrazione a ritroso dalle porte e finestre versione 16 che hanno equivalenti nella libreria della versione Non possibile migrare a ritroso una finestra con nuovi tipi di apertura.

Finestre e Porte migrate Per ridurre il numero di elementi di Libreria, molte porte e finestre con funzionalit simili tipo di operazione sono state unite assieme e in molti casi migliorate, senza alcuna perdita di funzioni.

Migrazione di tetti e lucernari Falde Falde a Piano-Singolo Tutte le coperture, comprese le copertura a cupola e a volta, in ArchiCAD 16 saranno trasformate in una serie di falde a piano singolo.

L'apparenza dei tetti non cambier. Lucernari Lucernari posizionati con lo strumento Lucernario Se si esegue la migrazione di un progetto di versione precedente contenente lucernari collocati con lo strumento Lucernario, essi saranno convertiti automaticamente in lucernari di ArchiCAD 16, conservando tutti i loro parametri, e con tutte le disponibili funzionalit lucernario di ArchiCAD 16 abilitate. Tuttavia, la loro visualizzazione in pianta, per impostazione predefinita, resta " simbolica", com'era nella versione precedente progetto.

In apparenza, i lucernari non cambieranno, e i loro parametri di visualizzazione in pianta saranno mantenuti, anche se questi non sono disponibili per lucernari in ArchiCAD La Visualizzazione in pianta dei nuovi lucernari posizionati in ArchiCAD 16 si basa su una a proiezione 3D, piuttosto che su una rappresentazione simbolica.

Lucernari posizionati con lo Strumento Oggetto I lucernari che sono stati posizionati usando lo strumento Oggetto resteranno oggetti, e non avranno tutte le funzionalit dei lucernari di ArchiCAD Tuttavia, se si mantengono le vecchie librerie, non sar possibile ottenere tutti i vantaggi delle migliorie e delle correzioni delle librerie di ArchiCAD Il modo migliore per farlo quello di andare al Gestore librerie e aggiungere la libreria ArchiCAD 16; quindi utilizzare la funzione Consolida descritto nella prossima sezione.

Nota: il processo di consolidamento e le librerie di migrazione sono disponibili solo per progetti migrati che utilizzano le librerie di ArchiCAD 10 e versioni successive.

In questo caso nel Gestore della libreria viene visualizzato il pulsante giallo Consolida appare. Nota: il pulsante Consolida visibile nel Gestore della libreria ogni volta che almeno una libreria ArchiCAD obsoleta - ossia una libreria che non la pi recente- stata aggiunta al progetto.

Il consolidamento delle librerie ArchiCAD consigliabile perch sostituisce le vecchie librerie ArchiCAD con quella pi aggiornata, e inoltre carica le librerie di migrazione necessarie per garantire l'accesso agli elementi di libreria adesso obsoleti che si sta usando.

Le Librerie di migrazione sono molto pi piccole delle normali librerie di ArchiCAD, e pertanto questo processo di consolidamento consente di evitare una grande quantit di oggetti superflui. Il processo automatico di consolidamento: carica la nuova libreria ArchiCAD Queste librerie di migrazione sono gi state installate nel computer nel contesto dell'installazione di ArchiCAD.

In questo caso si devono caricare le librerie di migrazione dal disco rigido al server BIM. La migrazione della libreria di ArchiCAD ora completa. Migrazione di librerie in un Progetto Teamwork Per eseguire la migrazione di un progetto TeamWork, utilizzare il processo di Migrazione progetto descritto qui:. Si noti, tuttavia, che alcuni oggetti nel progetto Teamwork migrato possono essere elencati come Temporaneamente mancanti nel Gestore di libreria o nel Resoconto di caricamento libreria.

Quando gli altri utenti eseguiranno il comando Invia e Ricevi il problema sar risolto automaticamente. Che cos' una Libreria di Migrazione? Ogni nuova versione della libreria di ArchiCAD contiene molti oggetti che sono stati aggiornati rispetto alla versione precedente.

Per la maggior parte, questi oggetti aggiornati sono compatibili con le vecchie versioni posizionate dello stesso oggetto, e sostituiranno automaticamente le versioni precedenti.

Alcuni oggetti da vecchie librerie di ArchiCAD, tuttavia, non hanno alcuna controparte nella nuova libreria di ArchiCAD 16 in genere, questo sono oggetti "fuori produzione" considerati obsoleti. Ma se il progetto utilizza tali oggetti, si vorr poterne disporre anche dopo la migrazione ad ArchiCAD Le Librerie di Migrazione di ArchiCAD generalmente disponibili per le versioni 10 e successive servono a questo scopo: esse contengono solo gli oggetti di una precedente versione della libreria di ArchiCAD che non hanno controparti nella pi recente versione della libreria di ArchiCAD.

Una libreria di migrazione molto pi piccola della versione completa della libreria di ArchiCAD. Se non si fa uso della Libreria di Migrazione, alcuni degli oggetti posizionati derivanti da progetti di versioni precedenti possono non avere un oggetto compatibile corrispondente in ArchiCAD In questo caso: questi oggetti precedenti incompatibili saranno "Oggetti mancanti" in ArchiCAD 16 se le vecchie librerie sono state rimosse.

In questo caso, bisogna sostituire questi oggetti mancanti con nuovi oggetti della libreria ArchiCAD 16, e reimpostare i parametri in base alle esigenze. La soluzione raccomandata, se sono stati posizionati degli oggetti da varie librerie ArchiCAD e sono state caricate tutte le librerie, il consolidamento delle librerie.

Dove trovare le librerie di migrazione Le librerie di migrazione generalmente disponibili per le versioni 10 e successive vengono installate sul computer durante l'installazione di ArchiCAD Se si vogliono usare le librerie di ArchiCAD come Librerie collegate, il processo di migrazione automatica e le funzioni di consolidamento delle librerie descritte sopra individueranno e caricheranno automaticamente le librerie necessarie per la migrazione; dunque non necessario cercarle.

In questo caso, bisogna utilizzare la libreria migrazione corrispondente alla versione del progetto di migrazione, pi tutte le ogni altre librerie di migrazione disponibili "in su". Per esempio, se si sta eseguendo la migrazione di un progetto ArchiCAD 10 a ArchiCAD 16, bisogner usare le librerie di migrazione 10, 11, 12, 13, 14 e Nota: le librerie di migrazione disponibili possono variare secondo la versione localizzata installata.

Migrazione di Librerie e Oggetti da ArchiCAD 12 e precedenti Si notino le seguenti modifiche aggiuntive relative alle librerie quando si esegue la migrazione dei progetti da ArchiCAD 12 e precedenti: Librerie attive - Librerie collegate Le librerie attive dei progetti di versioni precedenti saranno caricate in ArchiCAD 16 come librerie collegate. Esse saranno elencate nella cartella Librerie collegate del Gestore della Libreria. Altri oggetti in Moduli collegati La soluzione quella di incorporare questi oggetti nel proprio progetto ArchiCAD 16 ospite utilizzando il Gestore librerie, o di collocare gli oggetti in una libreria sul server BIM, e aggiungere tale libreria al progetto.

Librerie mancanti - Librerie non disponibili Qualsiasi libreria "mancante" nel Gestore della Libreria della vecchia versione sar elencata come "non disponibile" nel Gestore della Libreria di ArchiCAD Identificare queste librerie e aggiungerle come librerie collegate usando il comando "Aggiungi" del Gestore della Libreria.

Oggetti mancanti Gli oggetti mancanti del progetto di versione precedente sono elencati anche come "mancanti" in ArchiCAD 16, sia nel Gestore della Libreria sia nel Resoconto Caricamento Libreria. Per risolvere il problema, identificare i file sorgente di questi oggetti mancanti e aggiungerli al progetto, utilizzando il Gestore della Libreria. Funzionalit di ristrutturazione modificate La funzione Ristrutturazione disponibile a partire da ArchiCAD 15 consente di impostare un o stato di ristrutturazione per tutti gli elementi, pi dei filtri di ristrutturazione al livello di progetto che mostrano o nascondono gli elementi in base al loro stato.

Migrazione di progetti di ristrutturazione delle versioni precedenti Le versioni precedenti di ArchiCAD alla 15 non includevano una funzione di Ristrutturazione in quanto tale.

Se il progetto della vecchia versione utilizzava un sistema di lucidi per distinguere gli elementi nel processo di ristrutturazione, ma ora si desidera utilizzare invece la nuova funzione di ristrutturazione in ArchiCAD 15, bisogna: 1.

Apportare le modifiche necessarie nel modello: per es. Utilizzare la nuova funzionalit Ristrutturazione di ArchiCAD per definire lo Stato di ristrutturazione di ciascun come necessario. Nota: quando si apre un progetto ArchiCAD 16, lo stato di ristrutturazione di tutti gli elementi impostato su "esistente" per impostazione predefinita e il valore predefinito del Filtro ristrutturazione impostato in modo che tutti gli elementi esistenti siano visibili.

Quindi, anche se non si utilizza nessuna delle funzioni di ristrutturazione di ArchiCAD 16, tutti gli elementi si comporteranno e saranno visualizzati come d'abitudine. Notare che poi possibile scegliere di visualizzare gli elementi "Da demolire" elementi allo stesso modo di prima in ArchiCAD, ossia scegliendo gli stili di Modifica corrispondenti ai propri standard locali.

Quando si esegue la migrazione di questi progetti ad ArchiCAD 16, le scene VR e gli Oggetti VR eventualmente presenti nei progetti delle versioni precedenti scompaiono. Graduale eliminazione del formato immagini QuickTime I file immagine nei formati creati con QuickTime sono in fase di graduale eliminazione, per garantire la compatibilit a lungo termine dei file di immagine sia su Windows che su MacOS.

A partire da ArchiCAD 15 possibile salvare solo file di immagini in questi formati. Se si esegue la migrazione di un progetto ArchiCAD in formato precedente che contiene figure o disegni in un formato file diverso da quelli sopra indicati: 1. Figure e disegni incorporati: convertiti automaticamente. Qualsiasi immagine inserita con lo strumento Figura e gli eventuali disegni incorporati con formati basati su QuickTime vengono convertiti automaticamente in un formato di file immagine supportato per es.

Disegni collegati: possibile convertire e ricollegarli. Tuttavia, per evitare problemi nelle future versioni di ArchiCAD, possibile convertire queste immagini in altri formati di file.

Se nel progetto migrato sono presenti disegni collegati di questo tipo, quando si apre il progetto in ArchiCAD 16 viene visualizzato un avviso. Per fare questo, andare al Gestore disegno: le icone di questi disegni saranno. Si raccomanda di convertire queste immagini in un formato di file supportato per es.

Tuttavia, se si dovesse aprire il progetto in una versione successiva di ArchiCAD, i file immagine non verranno letti. Se si converte un disegno nel formato PNG, non si perder alcun dato dal disegno originale.

Se si converte un disegno nel formato JPG, si perderanno alcuni dati durante il processo di compressione dei file, ma la dimensione del file sar minore. Per garantire che i dati di progetto vengano trasferiti senza problemi, consigliabile aprire il file pi vecchio per es. Quindi importare questi file di dati nel progetto ArchiCAD 16 su cui si sta lavorando. Per esempio, se si sono salvati con specifici nomi Set di criteri personali di Trova e seleziona in un progetto ArchiCAD 13 e li si vogliono riusare in un progetto ArchiCAD 16 si deve fare quanto segue.

Salvare i Set di criteri personalizzati in un file usare il comando Esporta dal pop-up nella finestra di dialogo Trova e seleziona 3. Aprire il progetto ArchiCAD 16 su cui si desidera lavorare 4. Importare i Set di criteri appena salvati in un file usare il comando Importa dal pop-up nella finestra di dialogo Trova e seleziona. Il programma d'installazione riconoscer la presenza di un server BIM precedente e lo aggiorner alla versione Una volta completato il processo di installazione verr eseguita il BIM Server versione 16, che comprende il modulo 16 e gli eventuali moduli installati in precedenza per es.

Gli Utenti, i Ruoli, le Propriet personalizzate e i database di libreria di tutti i moduli server installati vengono gestiti in maniera uniforme e sono sempre in sincronia. Non sono necessari altri passi di migrazione del server. Il Centro di controllo del server BIM elenca tutti i moduli installati sul server. Fare clic sul pulsante informazioni per vedere dati aggiuntivi su ciascun modulo. Queste informazioni sono di sola lettura.

Questa configurazione - migrazione del progetto da un modulo server ad un altro - rappresenta il metodo di migrazione pi semplice. Questa configurazione - migrazione del progetto da una macchina serve server ad un'altra rappresenta il metodo di migrazione pi laborioso. Importante Tenere presente che se si collega un modulo collegato o un disegno da un progetto Teamwork, tale progetto Teamwork sorgente deve avere lo stesso numero di versione del progetto ospite.

Ci significa che se si esegue la migrazione di un progetto individuale o di Teamwork da ArchiCAD 13 a ArchiCAD 16, anche gli eventuali file di Teamwork che ad esso collegati mediante moduli collegati o disegni devono essere fatti migrare.

Argomenti in questa sezione: Migrazione progetto da un elemento Modulo Server all'altro Migrazione progetto da una macchina server all'altra Migrazione progetto da un elemento Modulo Server all'altro In questa situazione, c' un singolo server BIM che ha i moduli 13 e 16 installati. Questo processo di migrazione comporta due fasi: Preparare il progetto per la migrazione da eseguire in ArchiCAD 13 o 14 ; e Eseguire la migrazione del progetto preparato da eseguire in ArchiCAD Prepara il progetto per la Migrazione 1.

Avviare ArchiCAD Accertarsi che tutti gli altri utenti inviino le loro modifiche ed escano dal progetto. In caso contrario perderanno tutte le modifiche non inviate. Se al momento non si vogliono preparare altri progetti, scegliere Termina preparazione nella finestra di dialogo seguente, e poi Chiudi. Per eseguire la migrazione di un altro progetto, scegliere Apri e prepara un altro progetto.

Questa la scelta raccomandata se sono presenti diversi progetti Teamwork da far migrare. In questo modo li si preparano tutti in una volta in ArchiCAD 13 prima di passare ad ArchiCAD 16 e completare la loro migrazione all'interno di quest'ultimo, invece di passare avanti e indietro tra le diverse versione di ArchiCAD per ciascun progetto.

Una volta preparati tutti i progetti da far migrare, passare alla fase successiva: Migrare un Progetto preparato 1. La finestra di dialogo elenca tutti i progetti preparati: selezionarne uno di cui eseguire la migrazione. Se il progetto elencato visualizzato in grigio, ci significa che non possibile completare la migrazione di tale progetto, per esempio perch il server offline. Queste librerie saranno caricate sul server BIM se non lo sono gi.

Non selezionando questa casella invece si continuer ad usare il progetto migrato con le sue librerie ArchiCAD correnti. Fare clic su Migrazione. Il contenuto di progetto sar caricato sul server BIM. Gli utenti e i loro ruoli in questo progetto resteranno invariati. Nota: il Log di progetto, e tutti i Commenti, messaggi ed eventuali riserve verranno eliminati durante la migrazione del progetto. Dopo avere eseguito la migrazione del progetto originale, ora possibile eliminarlo manualmente dal modulo del server BIM.

A questo punto possibile continuare in tre modi diversi: 8. Migra un altro progetto Unisciti al progetto migrato Abbandona il processo di migrazione Se il progetto migrato contiene moduli collegati o disegni collegati da progetto Teamwork di AC , sar necessario eseguire anche la migrazione di ciascuno di questi progetti Teamwork da ArchiCAD 13 a ArchiCAD 16, seguendo i passi descritti sopra. Se questi progetti origine di collegamenti o disegni sono sullo stesso server BIM del progetto ospite di cui si eseguita la migrazione, tale progetto ospite individuer e collegher automaticamente i progetti sorgente quando anche la migrazione di questi sar completata.

Se questi progetti origine di collegamenti o disegni sono su server BIM diversi dal progetto ospite di cui si eseguita la migrazione, sar necessario ricollegare moduli collegati e disegni manualmente dopo avere eseguito la migrazione di tutti i progetti sorgente.

Migrazione progetto da una macchina server all'altra In questa situazione , si ha il server BIM 13 in esecuzione su una macchina, e il server BIM 16 su un'altra macchina. Per sicurezza, opportuno bloccare il progetto sul server per impedirne la modifica da parte di altri utenti. Salvare il progetto come un progetto individuale. Aprire il file. Ognuno di questi progetti sorgente deve essere salvato come. Tutti i collegamenti e i disegni legati ai progetti sorgenti di Teamwork devono essere ricollegati manualmente una volta che tali progetti origine siano stati tutti sottoposti a migrazione.

Dopo avere eseguito la migrazione dei progetti originali, questi possono essere eliminati manualmente dal vecchio del server BIM. Spazio minimo esteso alle porte Se il progetto ArchiCAD 13 esistente ha utilizzato l'opzione Vista modello "Mostra spazio minimo" per gli arredi, lo stesso progetto in ArchiCAD 16 mostrer anche il parametro Spazio minimo per tutte le porte a condizione che si sia caricata la libreria di ArchiCAD Nessuna impostazione automatica del o piano di appartenenza In ArchiCAD 16 non c' alcuna impostazione automatica del piano di appartenenza.

Agli elementi dei progetti precedenti prima di AC13 il cui Piano di appartenenza era impostato a Automatico saranno ora assegnati Piani di appartenenza che corrispondono al piano in cui erano posizionati.

In ArchiCAD 16, durante le operazioni di editazione che influenzano l'elevazione degli elementi per es. Eleva, Moltiplica con traslazione verticale , si ha la possibilit di riassegnare automaticamente di conseguenza i piani di appartenenza di tali elementi.

Esaminare criteri elemento tipo oggetto in abaco interattivo I criteri Abaco interattivo -delle versioni alla 15 precedenti possono creare risultati inattesi in ArchiCAD 16 se si elencano Elemento tipo oggetto: Il valore "Oggetto" delle precedenti versioni elencava oggetti di tutti i sottotipi di oggetti.

Tutti gli altri sottotipi di oggetto sono elencati solo se si aggiungono tali sottotipi come criteri tipo elemento separati. Dopo avere inviato tutte le modifiche, tutti gli utenti devono registrare l'uscita con l'eccezione dell'Amministratore. Quindi salvare il file. Nella finestra di dialogo di navigazione che si apre, selezionare il file. Fare clic su Apri. Condividere il progetto a un server BIM.

Importante: Tutti gli utenti e le aree di lavoro andranno perdute!

Se il vecchio progetto Teamwork conteneva collegamenti e disegni riferiti a contenuti esterni, questi funzionano senza problemi in ArchiCAD Tuttavia se il progetto di Teamwork precedente stato creato in ArchiCAD versione 11 o precedente, questi collegamenti e disegni collegati non possono essere aggiornati a partire dalle loro sorgenti originali. In tal caso seguire la procedura di migrazione descritta qui: Migrare progetti contenenti collegamenti.

Se il precedente progetto Teamwork il progetto sorgente di collegamenti e disegni posizionati in altri progetti, questi collegamenti saranno interrotti quando il vecchio progetto Teamwork viene aperto in ArchiCAD Quindi questi collegamenti e disegni devono essere ricollegati manualmente al progetto ospite ricollegato.

Nei progetti ospiti, usare i comandi ricollega nel Gestore Collegamenti e nel Gestore Disegno. Set di Criteri perduti I set di criteri Trova e Seleziona delle versioni precedenti pre andranno perduti all'apertura dei progetti delle versioni precedenti con ArchiCAD Migrare progetti contenenti collegamenti Nota: Questo processo applicabile quando si effettua la migrazione di progetti di versioni precedenti 11 o anteriori in ArchiCAD Quando in ArchiCAD 16 si apre un progetto che contiene collegamenti a file sorgente salvati nella versione 11 o precedenti, viene visualizzato l'avviso seguente:.

Apri Gestore Collegamenti per vedere la gerarchia delle sorgenti collegamento del progetto Per ottenere una lista di tutti i file collegati al progetto corrente, aprire il progetto in ArchiCAD La lista "Moduli collegati" nella parte superiore della finestra di dialogo. La lista "Sorgenti Collegamento" visualizza le sorgenti dei file dei moduli collegati insieme al loro stato. Per una visualizzazione pi efficace e stampabile dei file sorgente collegati, fare clic sul pulsante "Mostra gerarchia nel navigatore".

Si aprir il browser internet di default in una. Conversione di un progetto con file sorgente collegamento disponibili nella loro posizione originale In questo metodo si apriranno i file sorgente collegati uno a uno e salvarli in ArchiCAD Si supponga di avere i seguenti collegamenti collegati al Progetto A:.

Aprire il progetto A. Nel messaggio di avvertimento che appare, scegliere l'opzione "Apri Gestore Collegamenti". Per ogni file sorgente visualizzato come Obsoleto o Mancante - B. Si raccomanda di salvare i file in questa ordine: passare da un file all'altro nella gerarchia dal basso verso l'alto. Nel nostro esempio, iniziare con D. Nota: E' possibile che i file sorgente aperti contengono altri collegamenti non usati in A. Se questi moduli nidificati hanno il formato obsoleto, ArchiCAD visualizzer un avviso durante la loro apertura.

In questo caso continuare il processo di conversione, trattando B. Fare clic sul pulsante "Rinnova lo stato" nel Gestore Collegamenti. Se si sono correttamente salvati di nuovo tutti i file obsoleti dalla lista Sorgenti come descritto in passo 4 , allora la lista Sorgenti non dovrebbe mostrare nessun file di stato "Obsoleto". Fare clic su Aggiorna. Porte e finestre migrate da progetti di versioni precedenti versione 11 e precedenti a ArchiCAD 16 non saranno visualizzate correttamente se si usa Visualizzazione Parziale Struttura.

Bisogna verificare questi file convertiti e apportare le modifiche necessarie. Inoltre, i Tipi di Retino in ArchiCAD 16 sono convertiti per impostazione predefinita come segue: - Immagine: convertita in un retino pieno tecnicamente una campitura colore sfondo - Gradiente: convertita in un retino pieno tecnicamente una campitura colore primo piano - Simbolo: se si sceglie "Converti tutti i retini come Pieni", i retini simbolo vengono convertiti in Blocchi.

Se si sceglie "Converti i Retini Sfondo come Campiture continue aggiuntive", questi vengono convertiti in Blocchi pi un retino pieno del colore dello sfondo. Come nelle versioni precedenti ArchiCAD 11 o precedenti , questo pannello viene usato per definire globalmente gli sfondi del Retino, la visualizzazione di Retini di Sezione, Retini Coprenti, di Disegno e di Zona nel progetto.

Le varie opzioni hanno cambiato leggermente, ma quando si migra un file di una versione precedente ad ArchiCAD 16, il programma assegner le Opzioni Vista Modello corrispondenti per assicurare la visualizzazione corretta dei retini in ArchiCAD Comunque dovreste verificare la visualizzazione retino in ArchiCAD 16 ed effettuare le modifiche necessarie.

Nota: in questa descrizione, la versione "9" deve essere intesa come versione 8. Le successive sezioni danno istruzioni per entrambi i casi. Malgrado vi siano diversi settaggi che possono influenzare il modo in cui gli elementi sono visualizzati sulla Pianta, questi vengono automaticamente impostati durante la conversione in modo che venga mantenuto lo stesso aspetto in ArchiCAD, nei limiti del possibile.

Per altri dettagli, vedere Conversione Viste Modello in AC problemi nella Visualizzazione in Pianta, dove riportato un elenco dettagliato. Fare clic sul pulsante Apri per cominciare ad aprirlo. Quando ArchiCAD ha terminato la conversione dei dati del Book di Layout, un Dialogo Informazioni, avvisa l'utente dei dati che non stato possibile convertire a causa di qualche differenza essenziale fra le funzionalit di ArchiCAD 16 e quelle di PlotMaker 9.

Per ottenere delle informazioni pi dettagliate, premere Mostra Rapporto Dettagliato nel Browser per avviare il browser internet predefinito e aprire una pagina che contiene una pi ampia.

Ad esempio, in PlotMaker 9, si potevano definire spessori linea personalizzati per ogni singolo elemento di disegno ad esempio, Linee, Retini, ecc. In ArchiCAD 16, si possono invece definire spessori linea solo per le Penne, e tutti gli elementi che utilizzano una certa Penna verranno tracciati con lo spessore linea per essa definito. Si consulti Messaggi di Allerta nella conversione per un elenco dettagliato degli avvisi relativi alla conversione.

Verr creato un Piano per default, ma non vi sar alcun dato relativo al modello in alcuna delle Viste Modello. Tutti i Layout saranno visualizzati nel Book di Layout del Navigatore.

Ci vuol dire che il file PLN con il quale vengono uniti i dati del Book di Layout conterr gi uno o pi Layout, con i loro attributi e settaggi. Per questo motivo, la procedura segue le consuete regole dell'unione di file, il che significa che se nel file ricevente gi Aiuto ArchiCAD Se i nomi dell'Attributo o del Layout Master sono identici nei due file, questi ultimi verranno considerati identici dal programma, e verranno conservati i file gi esistenti in ArchiCAD 16, insieme con i relativi settaggi.

Eseguire questi passi: 1. Si hanno ora due nuovi file ArchiCAD 16, che adesso devono essere uniti. Nella finestra di dialogo che compare a questo punto, scegliere Book di Layout per unire i dati del Book di Layout del file al file Progetto attivo.

Fare clic sul pulsante Unisci. Se si apre l'Organizzatore dal Navigatore, si vedr che tutti i dati del Book di Layout sono effettivamente stati uniti al file Progetto. Nota: necessario seguire le istruzioni riportare in questa guida, e cio unire il file PLN contenente i dati del Book di Layout al file PLN contenente i dati del Modello, e non viceversa.

Ci dipende dalle regole del processo di unione, e dal fatto che le Viste e alcuni altri dati non passerebbero nel modo corretto se si unissero i dati del Modello al file contenente i dati del Book di Layout. Nel caso in cui non si desideri unire l'intero Book di Layout, ma solo alcuni dei relativi Layout, seguire le istruzioni seguenti: 1.

Rendering artlantis 5 : importazione modello archicad

Nel file PLN che contiene i dati del Modello, aprire l'Organizzatore in modo tale che si possa vedere il Book di Layout di entrambi i file.

Nell'illustrazione qui sotto, il file PLN che contiene i dati del Modello si trova a destra. Se vi sono dei Disegni posizionati nel PLN del Book di Layout che puntano al PLN del Modello come sorgente, i riferimenti del Disegno verranno automaticamente trasformati da riferimenti a file esterno a riferimenti interni dopo l'unione dei Layout. Nota: questi collegamenti dei disegno non verranno per ridefiniti come riferimenti interni se il file progetto sorgente ha cambiato nome dopo il posizionamento dei disegni.

In tal caso, si dovranno selezionare tutti questi disegni nel Gestore Disegno e usare il pulsante Collega a per ricollegarli al relativo PLN sorgente il file progetto rinominato. Messaggi di Allerta nella conversione Durante la migrazione di un file Book di Layout PlotMaker 9, ArchiCAD 16 pu visualizzare dei messaggi di allerta perch alcuni elementi di progetto non verranno riprodotti in ArchiCAD 16, in seguito ad alcuni mutamenti di funzionalit.

La lista seguente elenca tutti i messaggi di allerta che possono essere visualizzati dal programma durante la conversione. I messaggi visualizzati riguardano sempre il file in via di conversione. Il colore di output originale degli Elementi disegnati o incollati nei Layout stato ripristinato In PlotMaker 9, nella finestra di dialogo Settaggi Book, il colore di output degli elementi sui Layout pu essere impostato su scala di grigi o nero. Questa opzione non ha equivalente in ArchiCAD, cos alcuni elementi appariranno con il loro colore originale.

Non stato possibile convertire le opzioni di visualizzazione e output legare ai Retini In PlotMaker 9 si possono applicare dei settaggi globali ai Retini. Queste opzioni non hanno equivalenti in ArchiCAD, e quindi non possono essere convertite. Di conseguenza, tutti i retini sono visualizzati secondo le definizioni della finestra di dialogo Settaggi Retino.

Tutto ciò che ti serve per progettare con i migliori marchi di Design.

Se il disegno era stato incorporato nel file LBK, senza collegamenti attivi all'applicazione sorgente, i disegni saranno visibili ma non aggiornabili. Cambiamenti nelle dimensioni di Testi e Marker In PlotMaker, era possibile impostare la dimensione di Testi e Marker in modo che mantenessero le dimensioni originali anche dopo una modifica della Scala di Output.

Contrassegnando l'opzione Dimensione fissa per Testo e Marker nella finestra di dialogo Settaggi Disegno. Questa opzione non esiste in ArchiCAD, e quindi Testi e Marker saranno ridimensionati in base ai cambiamenti di scala, come ogni altro elemento del disegno. Spessore linea personale riportato allo spessore linea della penna In PlotMaker era possibile assegnare uno spessore linea personalizzato a Linee, cerchi e spline.

In tal caso il colore della linea proveniva dalla penna assegnata, ma il suo spessore era oggetto di impostazione personalizzata nella finestra di dialogo settaggi dell'elemento. Questa opzione non esiste ArchiCAD, quindi gli spessori linea di linee, cerchi o spline verranno impostati ai valori specificati nella finestra di dialogo Penne e Colori. Penne e Retini restano inalterati. Elementi di Testo Automatico: tutte le voci di Testo automatico vengono convertite.

Il nome di alcune di questi elementi tuttavia cambier. Alcuni dei nomi sono cambiati. In PlotMaker 9 e nelle versioni precedenti, la dimensione di un Layout indica l'area stampabile della pagina la dimensione totale della carta meno i margini sui quattro lati.

Le dimensioni dei Layout Master sono convertite di conseguenza. La Griglia per la Numerazione Disegni e il Layout Master di default passano senza alterazioni dall'uno all'altro file. Settaggi Layout: passano senza alterazioni. Settaggi sottoinsieme: passano senza alterazioni.

Settaggi Book: passano senza alterazioni, salvo i settaggi Colore Output , che non passano affatto non hanno equivalenti in ArchiCAD 16 - vedere sopra il messaggio di allerta 2. I cambiamenti apportati ai Lucidi non sono eseguiti vedere sopra il messaggio di allerta 5. Se l'opzione Testo e Marker in PlotMaker impostata su Dimensione fissa, viene visualizzato il messaggio di allerta 6.

L'impostazione Scala di Output verr convertita in Scala del Disegno. Questo Set di Penne avr lo stesso nome del primo fra i Disegni convertiti che lo utilizzano, ma comunque tutti i Disegni convertiti che lo utilizzavano in PlotMaker 9 lo useranno anche in ArchiCAD Griglie: passano senza alterazioni.

Gli spessori linea personalizzati non passano dall'uno all'altro file non vi sono equivalenti in ArchiCAD 16 - vedere Messaggio di allerta 7 sopra. Per impostazione predefinita i collegamenti esterni, es. Se un Disegno era stato salvato insieme al Layout in PlotMaker 9 selezionata la casella di controllo Includi tutti i file collegati della finestra di dialogo Salva come in PlotMaker 9 , il Disegno da esso generato in ArchiCAD 16 sar impostato come Disegno da aggiornare manualmente, e sar salvato con il file Progetto ArchiCAD 16 Nella finestra di dialogo Settaggi Disegno, la casella di controllo Memorizza il Disegno nel file di Progetto sar selezionata.

Disegno generato a partire da esso in ArchiCAD 16 verr impostato come Disegno ad aggiornamento automatico, e non sar salvato con il file Progetto ArchiCAD 16 la casella di controllo Memorizza il Disegno nel file di Progetto non sar selezionata nella finestra di dialogo Settaggi Disegno. In PlotMaker 9, il programma controllava la data dell'ultima modifica dei file sorgente dei Disegni. Se la data della modifica pi recente era cambiata, il programma assumeva che tutti i Disegni provenienti da tale file avevano bisogno di essere aggiornati.

In questo caso, il controllo dello stato verr eseguito secondo il vecchio metodo che assume che tutti i disegni provenienti da una sorgente PLN modificata richiedano l'aggiornamento. Solo dopo il primo aggiornamento eseguito in ArchiCAD 16 il meccanismo di controllo dello stato comincer a funzionare a livello disegno invece che a livello file. Si raccomanda, di conseguenza, di verificare Nomi e ID dei Disegni per assicurarsi che tutto sia passato in modo corretto.

Situazione: in PlotMaker 9 il Nome Disegno era sempre uguale a quello della Vista da cui era stato creato.

Viene usato, al suo posto, il valore dell'ID Vista. Tuttavia, le librerie usare dal progetto unito non sono automaticamente caricare nel progetto ArchiCAD Quindi, se dopo un'operazione di unione si verifica che manca qualche elemento di libreria come ad esempio i Titoli Disegno , si dovranno caricare le librerie mancanti per risolvere il problema. Anche se le opzioni di visualizzazione sono cambiate rispetto ad ArchiCAD 9 adesso si chiamano Vista e Opzioni Modello , le informazioni seguenti dovrebbero essere utili per ricreare l'aspetto originario in ArchiCAD 16, per i progetti provenienti da migrazione.

La visualizzazione bitmap disponibile solo per la. Anche la casella Mostra Linee Separatore Strato abilitata. L'area successiva, nell'angolo a sinistra in basso riguarda i Retini Disegno. Se si contrassegna invece la casella Sovrascrivi Retini Disegno e si fa clic su Primo piano pieno il risultato sar lo stesso che con l'opzione Tinta unita in ArchiCAD 9.

L'area successiva, nell'angolo in alto a destra riguarda i Retini Coprenti. Per regolare la visualizzazione Retino Coprente, selezionare la casella Sovrascrivi Retini Coprenti e scegliere una delle opzioni seguenti: Primo piano pieno: questo replica l'opzione Tinta unita in ArchiCAD 9.

Sfondo pieno: un'opzione nuova; crea un retino coprente sull'elemento, visualizzato nel colore di sfondo definito per il Retino Coprente dell'elemento. Senza Retino: un'opzione nuova; non disegna dei retini affatto, e visualizza solamente il contorno, se esiste.

L'ultima area riguarda i Retini di Zona e i Timbri di Zona. Timbro Zona: selezionare Nascondi Timbro Zona per nasconderlo. Se si sceglie questa opzione, la sezione "Configura Settaggi Progetto" sottostante offre due scelte per i settaggi del nuovo progetto. Nella parte superiore della lista si trova il modello predefinito incluso nella versione corrente di ArchiCAD. Iniziare un nuovo progetto sulla base di un modello nei fatti significa aprire una copia di questo file modello come "SenzaNome".

Nella prossima sezione della lista di selezione, si troveranno gli ultimi file modello scelti massimo tre. Oppure selezionare Sfoglia Modelli per scegliere un file modello da un'altra posizione. Usa i settaggi dell'ultimo Progetto Se si sceglie questo, si potr continuare a lavorare con le opzioni specifiche di progetto, e alcune preferenze generali, che erano in uso al momento dell'ultima chiusura di ArchiCAD.

Nota: questa pu essere una soluzione ottimale, se lavorate sempre con gli stessi parametri standard. Tuttavia, se lultima volta si lavorato su un progetto creato da unaltra persona, ci si potrebbe accorgere che molti dei propri settaggi personali non sono pi come li avevate impostati. Se non si desidera ritornare ai settaggi di default del programma, aprire un progetto familiare, chiuderlo e tornare ad aprire quello nuovo: in questo modo, i settaggi dell'ultimo Progetto saranno quelli abituali.


Ultimi articoli